Ütia Nagler logo
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler
  • Immagine: Ristorante Ütia Nagler

Accogliente baita ai piedi del Sasso di Santa Croce

Rifugio Ütia Nagler a Badia

Aperto sia d’estate che d’inverno, il rifugio Ütia Nagler è incastonato nello splendido scenario dolomitico dell’Alta Badia e si raggiunge dal paese di Badia con la seggiovia Santa Croce. È un locale frequentato in ogni momento della giornata: perfetto per un caffè al mattino, una pausa pranzo in montagna o un dolcetto pomeridiano.

Qui si rimane subito avvolti dall’accogliente atmosfera alpina che dona personalità e calore a tutto l’ambiente della baita. La terrazza si apre al suggestivo paesaggio naturale delle Dolomiti con il massiccio del Gardenaccia, il Monte Pütia e, soprattutto, l’imponente Sas dla Crusc a dominare la veduta. Tutto il resto è la storia di una famiglia vocata all’accoglienza, totalmente appassionata della cucina e dedita alla felicità dell’ospite.

Un omaggio alla tipica cucina ladina

I sapori dell’Alta Badia al ristorante Ütia Nagler

Lo spirito autentico pervade ogni angolo del ristorante Ütia Nagler a Badia. La tradizione del territorio è recuperata grazie all’utilizzo di legni antichi, provenienti dai vecchi fienili della zona. L’arredo in stile alpino è accostato a una caratteristica stufa tirolese, mentre le finestre si affacciano sul magnifico panorama delle cime dolomitiche, che, col bel tempo, stregano ancor di più sulla terrazza aperta.

La cucina del ristorante Ütia Nagler a Badia è un omaggio ai sapori altoatesini. La baita offre una ricca scelta di piatti tipici della tradizione ladina, adeguati ai gusti moderni e preparati con cura e passione. Tra i più gettonati ci sono i cajincì (mezzelune ripiene) fatti in casa, diverse variazioni di polenta, uova-speck-patate, l’Apfelschmarrn (dolce frittata con mele), lo strudel fatto in casa con salsa di vaniglia e tante altre prelibatezze. Non mancano però i piatti classici, come la pasta (da non perdere le penne della casa in padella) e le bistecche, da abbinare ai vini altoatesini. Molto richieste, d’estate, sono le coppe di gelato. Mentre nelle giornate più fresche ci troverete sempre la cioccolata calda, il fumante vin brulé e il bombardino.

Imperdibili sono gli eventi speciali al rifugio Ütia Nagler a Badia: non offrono solo gioie per il palato, ma sono anche una ghiotta occasione per trascorrere il tempo all’insegna della musica, della cultura e del divertimento. Non mancate all’invernale Roda dles Saus (“Giro dei Sapori”) e all’estivo festival “Cantando e suonando per rifugi”. A chiudere la stagione estiva, invece, ci pensa l’Oktoberfest La Crusc, in programma per l’ultima domenica di apertura estiva della seggiovia Santa Croce. Se, invece, avete un’occasione privata da festeggiare, il rifugio Ütia Nagler a Badia è aperto alle Vostre richieste.

L’incanto dei sentieri panoramici

Come arrivare in estate

Immerso nella natura, il rifugio Ütia Nagler in Alta Badia non si raggiunge in macchina. Per arrivare fin qui bisogna avventurarsi lungo i sentieri 7 o 7A che partono dalla frazione San Leonardo di Badia (parcheggio libero). Oppure sul sentiero 13 partendo dalla località Castalta (è presente un piccolo parcheggio gratuito poco prima dell’arrivo alla frazione). In alternativa, si prende la seggiovia Santa Croce che porta dal paese di Badia fino al SummerPark La Crusc, proprio di fronte al rifugio Ütia Nagler. Vale la pena, però, salire ancora più su, con la seconda seggiovia La Crusc, che arriva poco sotto il santuario di Santa Croce ai piedi del maestoso Sas dla Crusc (Sasso di Santa Croce): la vista a 360 gradi da qui è un’emozione imperdibile. La discesa panoramica, a piedi o in mountain bike, farà, poi, da scenario meraviglioso a un succulento pranzo al rifugio Ütia Nagler.

Il richiamo delle piste da sci

Come arrivare in inverno

Ubicato sulle pendici sopra il paese di Badia, il rifugio Ütia Nagler si trova in una posizione ideale per gli sciatori. La baita sorge proprio al bordo della pista numero 31, pochi metri sotto la stazione a monte della seggiovia Santa Croce. Il ristorante interno è perfetto per una merenda al caldo tra una sciata e l’altra, mentre la terrazza esterna, con i suoi 1850 m s.l.m., è un luogo dove abbinare i sapori a panorami spettacolari e godersi il meritato relaxsulle sedie a sdraio.
Immagine: Come arrivare in estate

L’incanto dei sentieri panoramici

Come arrivare in estate

Immerso nella natura, il rifugio Ütia Nagler in Alta Badia non si raggiunge in macchina. Per arrivare fin qui bisogna avventurarsi lungo i sentieri 7 o 7A che partono dalla frazione San Leonardo di Badia (parcheggio libero). Oppure sul sentiero 13 partendo dalla località Castalta (è presente un piccolo parcheggio gratuito poco prima dell’arrivo alla frazione). In alternativa, si prende la seggiovia Santa Croce che porta dal paese di Badia fino al SummerPark La Crusc, proprio di fronte al rifugio Ütia Nagler. Vale la pena, però, salire ancora più su, con la seconda seggiovia La Crusc, che arriva poco sotto il santuario di Santa Croce ai piedi del maestoso Sas dla Crusc (Sasso di Santa Croce): la vista a 360 gradi da qui è un’emozione imperdibile. La discesa panoramica, a piedi o in mountain bike, farà, poi, da scenario meraviglioso a un succulento pranzo al rifugio Ütia Nagler.
Immagine: Come arrivare in inverno

Il richiamo delle piste da sci

Come arrivare in inverno

Ubicato sulle pendici sopra il paese di Badia, il rifugio Ütia Nagler si trova in una posizione ideale per gli sciatori. La baita sorge proprio al bordo della pista numero 31, pochi metri sotto la stazione a monte della seggiovia Santa Croce. Il ristorante interno è perfetto per una merenda al caldo tra una sciata e l’altra, mentre la terrazza esterna, con i suoi 1850 m s.l.m., è un luogo dove abbinare i sapori a panorami spettacolari e godersi il meritato relaxsulle sedie a sdraio.

Protagonisti di un’atmosfera calda e ospitale

La famiglia Alfarei

Nel rifugio Ütia Nagler in Alta Badia l’attenzione nei confronti dell’ospite è la principale missione dal 2004, quando la famiglia Alfarei ha preso in gestione la baita. Eugenia, conosciuta da tutti come Giusi, è la vera anima del rifugio, sempre disponibile e ospitale: d’inverno lavora in sala, mentre d’estate vizia gli ospiti con le sue prelibatezze in cucina. Il marito, Robert, è sempre presente in sala, dove aiuta, ogni tanto, anche la figlia Karin. Il figlio Manuel, invece, trascorre gli inverni dietro il bancone del bar. È proprio da questa sinergia familiare che nasce un’atmosfera di particolare cordialità e accoglienza che pervade tutta la baita.

Da gustare, da vivere, da esplorar

Santa Croce, che magia

Sono mille i modi in cui gustare, vivere ed esplorare, in ogni stagione, la zona di Santa Croce, parte della splendida Alta Badia. Il territorio, sotto l’occhio vigile del Sas dla Crusc (Sasso di Santa Croce), vanta, d’estate, una ricca scelta di sentieri per trekking e mountain biking che portano al santuario di Santa Croce, ai celebri prati di Armentara, alla grotta della neve, all’incantevole laghetto Lech dla Lé, alla casa natale di San Giuseppe Freinademetz e si addentrano perfino nel parco naturale Fanes-Senes-Braies. La zona si sviluppa di anno in anno e si conferma una meta gettonatissima dalle famiglie, grazie, tra l’altro, al nuovissimo SummerPark La Crusc, ubicato proprio di fronte al rifugio Ütia Nagler.

Pure l’inverno non è da meno. Le piste di Santa Croce, interamente provviste di innevamento programmato, sono sempre le prime a dare il via alla stagione invernale. Da poco, i piccoli sciatori possono anche scatenarsi lungo il percorso tematico Kids Fun Line La Crusc, mentre gli adulti possono sfidare sé stessi e gli amici in un’avvincente gara contro il tempo sul tracciato cronometrato del Free Ride Cross La Crusc con curve, salti e gobbe. Fuori pista ci si diverte con ciaspolate, gite di scialpinismo, ma anche con le discese in fat bike, cugina invernale della mountain bike. E, quando le svariate attività all’aperto fanno venir fame, il rifugio Ütia Nagler aspetta tutta la famiglia per un sostanzioso pranzo all’insegna del gusto!

Una sbirciatina nelle Dolomiti

La webcam dell’Ütia Nagler

Scoprite la magnifica vista dal rifugio Ütia Nagler a Badia per venire ad ammirarla dal vivo…